Ricovero

Come accedere La richiesta di valutazione dell’utente circa l’idoneità o meno al ricovero in RSA deve essere effettuata dal medico di medicina generale e inoltrata al CAD (centro di assistenza domiciliare) della ASL di residenza dell’assistito. L’unità valutativa Territoriale, inviata dal CAD al domicilio del paziente, in seguito a tale valutazione esprimerà il proprio parere tecnico-sanitario. Qualora il parere sia favorevole all’inserimento in RSA, sarà possibile accedere alle liste di attesa di qualsiasi RSA presente nella Regione Lazio purchè il documento di valutazione rilasciato dal CAD di appartenenza venga consegnato al CAD competente per la RSA prescelta.

Nel caso in cui si desideri ricoverare il proprio congiunto presso la RSA Villa delle Magnolie, il CAD competente per territorio è quello della ASL RMD III DISTRETTO Via Giovanni Volpato,n.ro18 .

Gli orari di ricevimento del CAD di Via Volpato per la presentazione della domanda di richiesta di valutazione, o per la consegna del documento valutativo rilasciato da altro CAD e per l’inserimento in lista di attesa sono:

lunedì mattina ore 9.00-12.00

mercoledì mattina ore 9.00-12.00

giovedì pomeriggio ore 14.30-16.30

E’importante, esprimere la preferenza al ricovero presso Villa delle Magnolie per non perdere la priorità di chiamata . Nel momento in cui si rende disponibile un posto letto presso la struttura prescelta sarà il CAD,seguendo la lista di attesa, a contattare l’utente per l’accettazione al ricovero.

E’ diritto dell’utente richiedere, in qualunque momento, la posizione occupata dal proprio congiunto nella lista di attesa della struttura prescelta.

Quanto costa La Regione copre esclusivamente le prestazioni di carattere sanitario (50% della retta mensile), mentre sono a carico dell’utente quelle di natura alberghiera (restante 50%); il Comune di residenza copre tutta o integra in parte la quota che l’utente deve corrispondere alla struttura qualora il reddito dell’anziano non riesca a sostenerne l’onere.

L’eventuale compartecipazione dell’utente è calcolata in base alla dichiarazione I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) che può essere richiesta in qualunque CAF. La quinta Sezione del Consiglio di Stato, con la sentenza n° 1607 del 15 Febbraio 2011, depositata il 17 marzo 2011, ha riaffermato il principio secondo il quale per le persone con grave disabilità, ai sensi dell’art. 3 comma 3 L. n° 104/92, e per gli anziani ultrasessantacinquenni non autosufficienti accertati dalle ASL, la contribuzione ai costi deve avvenire sulla base del solo ISEE personale e non familiare.

Per il calcolo dell’eventuale onere di spesa a carico dell’utente, il modello ISEE,unitamente ad una dichiarazione della RSA circa la data di inizio ospitalità, deve essere consegnato al Municipio di appartenenza entro e non oltre 20 giorni dalla data di ricovero altrimenti il Comune di residenza non riconoscerà la propria quota di compartecipazione qualora ce ne sia l’indicazione.

Giovi sapere che per un reddito annuo lordo uguale o superiore a 13000,00 euro la quota relativa alle prestazioni di carattere alberghiero (50% retta mensile) è esclusivamente a carico dell’utente.